Proxy-mamente su questi monitor

Della serie “Le cose che faccio mille volte e continuo a dimenticarmi come si fanno”, ho deciso finalmente di prendere nota di come impostare il proxy su Windows e Debian/Ubuntu, tenendo fede al motto del blog: “Appunti eterogenei a lunga conservazione”.

Proxy concept en

Il duro lavoro di un proxy


Windows XP

Anche se questo in realtà me lo ricordo e lo faccio raramente, vale la pena di segnarsi l’appunto.🙂 E sì, uso ancora XP (solo al lavoro, a casa praticamente niente Finestrelle). Windows 7 ancora non si è visto ma prometto aggiornamenti non appena riesco ad avere un incontro ravvicinato con il suddetto.

Tornando a bomba, si proceda senza esitazione alcuna al Pannello di controllo → Opzioni Internet, scheda “Connessioni” → Impostazioni LAN. In questa finestra di dialogo si può scrivere l’indirizzo del proxy e della porta da usare per tutti i protocolli. Smarcando la casella “Use a proxy server…” l’indirizzo resta ma il proxy non viene usato.

Comodo se si deve rapidamente cambiare tra le impostazioni di due reti diverse (ad esempio quella aziendale con proxy e quella domestica senza proxy). Il tasto “Avanzate” (Advanced) permette di impostare proxy diversi per diversi protocolli (HTTP, FTP, HTTPS) oppure ancora di usare un unico indirizzo per tutti.

Impostazione server proxy Windows XP


Debian / Ubuntu

Alcuni DE dispongono di interfacce apposite per questa impostazione. L’idea è sempre la stessa: una riga per ogni protocollo al quale assegnare un server proxy. In KDE, ad esempio, questa operazione si esegue da “Impostazioni di sistema” → “Impostazioni di rete”, nella sezione (sorpresa!) “Proxy”.

Impostazione proxy – KDE

Anche Ubuntu ha uno strumento simile, mentre Xubuntu, testato qualche tempo fa, non lo ha di default. Ho dovuto quindi impostare manualmente l’indirizzo del proxy di sistema modificando il file /etc/environment (per rendere l’impostazione disponibile per tutti gli utenti). Il file può essere modificato solo con privilegi di root, con il risultato seguente (ho aggiunto solo l’ultima riga):

~$ cat /etc/environment
PATH="/usr/local/sbin:/usr/local/bin:/usr/sbin:/usr/bin:/sbin:/bin:/usr/games"
LANG="it_IT.utf8"
export http_proxy="test.proxy.net:8080"

Dopo aver aggiunto le opportune righe nel file per ciascuno protocollo (qui mancano https_proxy e ftp_proxy) è sufficiente uscire e rientrare (log out → login) per rendere effettive le modifiche. Si può verificare l’attuale impostazione sempre dalla finestra di dialogo mostrata sopra, alla voce “Utilizza le variabili di ambiente preimpostate”: nella finestra che appare, spuntando “Mostra il valore delle variabili d’ambiente”, si visualizza ciò che si è aggiunto (o che già c’era) in /etc/environment.

Proxy – Verifica impostazioni di sistema

La sintassi completa prevede la possibilità di specificare utente e password per l’autenticazione al proxy, nel caso in cui quest’ultimo lo richieda. In tal caso si avrà:

export http_proxy="http://user:password@indirizzo.del.proxyhttp:porta"
export https_proxy="http://user:password@indirizzo.del.proxyhttps:porta"
export ftp_proxy="http://user:password@indirizzo.del.proxyftp:porta"

L’impostazione dei proxy in Linux è più granulare: mentre il file /etc/environment stabilisce le impostazioni per tutto il sistema incluse le applicazioni grafiche, i file /etc/bash.bashrc e ~/.bashrc consentono di utilizzare il proxy esclusivamente con le applicazioni da terminale rispettivamente per tutti gli utenti o per l’utente corrente. È inoltre possibile impostare temporaneamente il proxy in un terminale digitando direttamente al prompt il comando di “export” delle variabili, in maniera identica a quanto aggiunto ai file di configurazione. Alla chiusura del terminale l’impostazione è persa.

A proposito di applicazioni nel terminale, una configurazione ad hoc è necessaria per apt, con il quale gestire (aggiungere/rimuovere/aggiornare) i pacchetti nel nostro sistema. Per questo strumento è richiesto lo specifico file di configurazione /etc/apt/apt.conf da creare o modificare. La riga relativa all’impostazione del proxy è, con l’usuale sintassi, la seguente:

Acquire::http::Proxy "http://user:password@indirizzo.del.proxy:porta";

Vale la stessa “regola” descritta in precedenza sui differenti protocolli (una riga per ognuno). Occhio alle maiuscole/minuscole e soprattutto al punto e virgola ( ; ) alla fine della riga!

Riferimenti:

Wiki di Ubuntu – Apt

Informazioni su Man from Mars

https://extendedreality.wordpress.com/

  1. Ralph Magpie

    Allora dillo che discrimini OSX , non lo citi neanche … Tsktsktsk attento che parte la denuncia al tribunale dei diritti civili ….

    Mi piace

    • Eh, ma lì magari ci sono gli iProxy che sono più belli, più luccicanti, più veloci, insomma i migliori proxy che si possano avere e non so se sono all’altezza di cotanta iMeraviglia😉
      Semi-seriamente, purtroppo (?) non ho Mele su cui mettere le mani. O meglio, forse un iCoso a portata di grinfie ci sarebbe: magari ci do un’occhiata e integro. Ma solo per completezza, non per interesse. E comunque sotto sotto è sempre una specie di Unix, quindi non ci dovrebbero essere differenze sostanziali. Ma tu dare una mano anziché fare il precisino, no eh? “Esci” l’iVassoietto e facci vedere le sue guglie splendenti dell’impostazione del proxy🙂

      Mi piace

  2. obo

    Anche a me spesso tocca usare un proxy e la cosa che mi piacerebbe tanto avere in futuro è l’associazione automatica al proxy con una determinata rete (wireless o cablata) in modo da non doverlo fare manualmente ogni volta (in po’ come finalmente hanno fatto con la vpn)

    Mi piace

    • Per Windows ricordo un software (NetSetMan, mi pare) che gestisce appunto i profili di rete. Chissà che non ci sia qualcosa di simile per il pinguino. O magari c’è già ed il suo segreto è celato in qualche oscura pagina man che si materializza nella tua /home durante le notti di plenilunio.
      Oppure uno scriptino, non dovrebbe essere troppo complicato.

      Mi piace

Dimmi che ne pensi o fai "Ciao ciao!" con la manina // Share your thoughts or just say "Hello!"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: