7 per 100

All’alba del centesimo giorno dell’anno oggi, addì 10 aprile 2013, ecco a voi il mio “7 per 100”.

Lo dico subito perché magari il titolo può risultare fuorviante. Cos’è ‘sto “7 per 100”? O forse era 7% sì, ma di cosa? Saranno mica tasse? :-O No, niente tasse… Ah, forse è la percentuale di scemità media di questo blog? Mmmmh, pochino… E allora cos’è? Ma cerrrrrto! FIESTA! Un post “celebrativo” per festeggiare la vetta dei 100!!!

100 bozze che finalmente trovano la loro forma finale, 100 click sul tasto “Pubblica”, 100 tweet che annunciano una nuova “fatica”.

100 svolazzi (via Wikimedia Commons)

In effetti, a rigore, questo sarebbe il 101esimo post; tuttavia bisogna aver fatto 100 per poter dire “Cento!”, il ragionamento non fa una grinza… Comunque sia, s’ha da festeggiare in qualche modo: per l’occasione ho quindi pensato di recuperare un meme passatomi taaaaanto tempo fa da Sonja, che diventa adesso adatto a ripercorrere la breve storia della mia bancarella di post.

  1. Il post il cui successo mi ha sorpreso: le “Fiabe classiche nei tempi moderni” e la serie del “multisala Splendid” e ne sono molto contento. Il primo post è nato come un gioco, gli altri sono venuti “a gentile richiesta” dell’affezionatissimo pubblico!
  2. Il post più bello: non posso giudicare certo io. Se devo dirla tutta, anzi, nessun post mi piace fino in fondo perché purtroppo scrivo senza continuità e sempre “rubando” tempo quando posso. Di conseguenza ho spesso l’impressione di non aver scritto qualcosa o di non aver trovato un modo chiaro e semplice al tempo stesso per esprimere un’idea. Forse è solo pignoleria, comunque cerco di sfruttarla come stimolo a migliorare ed a concentrarmi.
  3. Il post più popolare: Qui la faccio semplicissima. Da un’occhiata alla pagina delle statistiche vedo che “Sconsigli per gli acquisti: Acer Aspire One D255E – Windows 7 Starter” pubblicato il 14/10/2011 ha accumulato finora oltre 3000 visite, circa 1 su 5 del totale. Non male. E pensare che quel maledetto accrocchietto l’ho stroncato su tutti i fronti!
  4. Il post che non ha avuto il successo che meritava: Dovrei pescare qualcosa di “vecchio”, di quando cioè non ero un blogger famoso e osannato dalla critica… vabbè, lasciamo perdere… Frugando in archivio, posso suggerire allora di guardare la mia idea di “Raccolta differenziata” o magari lo “Stranabolario” per farsi due risate.
  5. Il post più controverso: Un post controverso presupporrebbe una discussione fatta da un buon numero di commenti. Purtroppo di commenti ce ne sono sempre pochini, per quanto cerchi di incoraggiare anche i visitatori “casuali” a lasciare un salutino. D’altro canto non posso lamentarmi per l’assenza di troll 😉 Ci tengo però a ricordare un breve post, atipico per tono ed argomento, scritto per esprimere la frustrazione e la rabbia contro una decisione miope e stupida dell’amministrazione della mia città, Napoli. Purtroppo la situazione è tutt’altro che migliorata da quando ho scritto “Già visto, già sentito, già patito“.
  6. Il post più utile: Il trittico sulla cancellazione sicura dei dati, di cui cito solo “Cancellazione sicura dei dati – introduzione“. So che sono post “tecnici”, abbastanza lunghi e assolutamente non interessanti per la maggior parte delle persone, tuttavia trattano un tema di sicurezza sul quale sono particolarmente attento. Senza contare le tonnellate di pagine che ho letto per documentarmi!!!
  7. Il post di cui vado più fiero: direi tutti, visti gli sforzi che faccio per trovare il tempo di scrivere. 🙂 E non voglio dimenticare l’ulteriore impegno di tradurre e ripubblicare alcuni post in inglese.

100 Scudi

Vanità e festeggiamenti a parte, mi piace ricordare qualche post più vecchio ma non meno meritevole, che magari rimane sepolto sotto la catasta di cose nuove. Mi piace, per lo stesso motivo, scavare negli archivi dei blog che reputo interessanti.

Che dire più? Ho tenuto duro fino a qui e sono contento di avere ancora una bella e variegata lista di idee in attesa di essere pubblicate, condizione che depone bene per l’immediato futuro.

Per ora auguro a me stesso “cento di questi post!”. 😀

Informazioni su Man from Mars

https://extendedreality.wordpress.com/

  1. Bravo! Cento di questi post! Per la cronaca quasi tutti i post che hai citaro li avevo letti e li ricordavo a mente senza bisogno di cliccare sul link! Quando si dice una lettrice affezionata… 😉 Mi mancano Raccolta differenziata e Stranabolario che mi vado a guardare immantinente, mica voglio trascurare nulla!
    Intanto applausi e vedrai che i 200 arriveranno in un battibaleno!

    Mi piace

    • Lo so, lo so, tu fai parte dello “zoccolo duro” dei miei affezionati lettori fin dall’inizio, nonché “top commenter” 2011 e 2012. Certo questo “zoccolo” non è molto ampio, lo definirei più un sandaletto, un’infradito perfino…

      Mi piace

      • Pochi ma buoni. Ricordalo sempre!
        P.s. Informazione di servizio. So che i prodotti della mela morsicata non ti vanno molto a genio ma con il mio iCoso la grafica del tuo blog mi risulta tutta decentrata tanto che le parti scritte si sovrappongono alla cornice “carta metallica accartocciata” laterale e non si legge una mazzafionda! 😦 Era così, per informarti, casomai un giorno ti venisse in mente di cambiare tema….
        P.s. 2 Forse Ralph te lo può confermare avendo un iCoso anche lui…

        Mi piace

        • Oh no! Il famigerato “Mazzafionda bug” temuto da tutti i programmatori più del “Millennium bug”!
          Strano a dirsi ma non è una crociata personale contro gli iVassoietti.
          Ho modificato un’opzione del tema che dovrebbe adattarlo meglio ai dispositivi mobili, immobili e soprammobili: fammi sapere se la mazzafionda migliora.
          P.s.: La “mazzafionda” mi fa scompisciare, non so perché… 😀

          Mi piace

    • A proposito di commenti e di centinaia, c’è una simpatica coincidenza: il tuo ultimo commento è proprio il 100° che hai fatto su questo blog. Auguri! 😀

      Mi piace

  2. Ralph Magpie

    La modifica non ha sortito effetto, si legge lo stesso male. Ma un tema minimale del tipo bianco sul nero no eh? A mio modestissimo parere i blog di “cultura” non debbono avere sfondi “distraenti” e che possano distogliere il desideroso lettore dalla fonte del sapere.
    Orsù esimio luminare giunto alla sua centesima fatica, faccia in modo che la si possa leggere più facilmente, sa l’età avanza, l’occhio si spegne ed i primi sintomi dell’alzheimer si manifestano … A proposito di cosa stavamo parlando?

    Mi piace

    • Quoto Ralph! Non si legge comunque una mazzafionda! E, comunque, sì, il termine mazzafionda è notevole 😉 si usa dalle mie parti 🙂

      Mi piace

    • Per rispondere ad entrambi: forse ci vuole un tema “responsive” o, più semplicemente, un browser meno fetecchia di quello dell’iMattonell. Comunque avevo una mezza idea di cambiare tema anche se questo è uno di quelli che ha i caratteri più grandi (a proposito di leggibilità) ed altre caratteristiche simpatiche. Non so, il minimale a tratti mi deprime… Lo sfondo è carino, lo userei di nuovo 🙂

      Mi piace

  3. obo

    Complimenti 😀

    Mi piace

Dimmi che ne pensi o fai "Ciao ciao!" con la manina // Share your thoughts or just say "Hello!"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: