Feste, celebrazioni e ricorrenze per tutti i gusti

Natale, la più tradizionale delle feste, si avvicina con il suo carico di addobbi, riunioni familiari, mangiate e regali. C’è chi, altrettanto tradizionalmente, adora il Natale e “l’atmosfera natalizia”, partendo a decorare l’alberello ad Ottobre e chi detesta il Natale e si trasforma progressivamente nella peggiore versione di Ebenezer Scrooge.

Per entrambe le categorie, ecco pronta un’accorta selezione di festività al passo con il moderno mondo “2.0”, feste nuove, alternative, assolutamente inventate per avere sempre a disposizione tutto l’anno un’ulteriore ricorrenza da festeggiare o da detestare! Mano al calendario e preparatevi a segnare tutti i giorni importanti!

14 marzo: Giorno del π

3.1415926535897932384626433832795028841971693993751058209, più o meno: cosa può esserci di meglio a cui dedicare una festa? Il π ha da sempre affascinato studiosi di tante discipline oppure semplici fanatici convinti che declamarne le cifre decimali potesse far colpo sul pubblico, preferibilmente del sesso opposto. Volendo (si fa per dire…), qui c’è il primo milione di cifre decimali, nel caso in cui la “preda” dovesse richiedere un corteggiamento particolarmente intenso.

Pi pie2

“Pi” pie

Il 14 marzo (ovvero il 3/14 secondo la convenzione di data anglosassone) si festeggia questo onnipresente numero dalle infinite cifre decimali. Se vi accontentate di una buona approssimazione potreste festeggiare il 22 luglio, dato che 22/7 è un arrotondamento di π usato sin dall’antichità (circa 3.1428: mah, insomma, piuttosto grossolano…).

Farò una curva di raggio abbondante😉 intorno alla matematica relativa all’argomento, anche perché ce ne sarebbe tanta da citare e non sempre facilmente “commestibile”. Mi sembra importante solo sottolineare come il π sia presente o sia il risultato di una quantità enorme di formule, sia che esse descrivano fenomeni fisici, risultati matematici, statistici ed altro ancora, a significare che questo numero (irrazionale e trascendente, lo classificano quelli che la sanno lunga in merito) sia legato strettamente alla realtà.

È invece bello vedere come questo giorno, inventato da un mattacchione di nome Larry Shaw del San Francisco Exploratorium, sia in realtà un’ottima scusa per rimpinzarsi di cibi rotondi: pizza e torte (“pie”, in inglese per evidente assonanza). Insomma, a dispetto della apparente alone di seriosità matematica del “festeggiato”, celebrare il “Pi Day” è un bel divertimento!

Ed in effetti c’è chi si diverte molto anche a descrivere modi “creativi” di calcolare (con una certa approssimazione) questo ineffabile numerino: per esempio qui suggeriscono di fare lanci di hot dog congelati su di un apposito schema preparato all’uopo. 500 lanci dovrebbero essere sufficienti a darci un buon valore ma è meglio abbondare. Lascio i dettagli alla vostra pazzia…ops!…curiosità matematica.

Per i musicofili invece (vedete come è versatile questo 3 e spiccioli?) c’è la possibilità di suonarne le cifre decimali: il risultato è molto più gradevole di quanto ci si possa aspettare. Sicuramente meglio di molti recenti (sotto)prodotti discografici, e non faccio nomi.

Non può mancare l’evento Facebook per i fan più sfegatati: il “More accurate Pi Day” da festeggiare il 14 marzo 2015 (3/14/15) per poter aggiungere altre due cifre alla gloria del Numero. Da non perdere: il prossimo sarà tra un secolo e, se tutto va bene, Facebook per quella data avrà cessato di esistere. O l’umanità, inebetita da Facebook stesso.

Finiamo con alcune note serie, come si conviene ad un tanto nobile ed onnipresente abitante della Matematica. Dicevo prima che π appartiene alla classe dei numeri irrazionali e trascendenti: nulla a che fare con la follia ed il misticismo, anche se si stenta a crederlo dato l’argomento. Semplicemente, un numero irrazionale è tale da non poter essere ricondotto ad una frazione di due numeri interi (a/b, con a, b = 1, 2, 3, …) e da avere un numero infinito di cifre decimali senza periodicità (cioè senza una sequenza che, ad un certo punto, si ripete indefinitamente, come 1/3 = 0.333…). Un numero trascendente è anche un po’ scontrosetto, in quanto non solo è irrazionale ma anche non ottenibile come soluzione di un equazione polinomiale (come la classica equazione di 2° grado a·x2 + b·x + c = 0 , ma di grado n qualunque: a·xn + b·xn-1 + … = 0). Insomma, come se non fosse sull’elenco telefonico per non farsi importunare: dovremo presentarci sulla porta di casa sua per poterci parlare.

A proposito di cifre decimali, qualcuno (un giapponese, chettelodicoaffà!) ne ha calcolate recentemente circa a 10 trilioni (10 mila miliardi, per la precisione 10,000,000,000,050 nella bellezza di 371 giorni di lavoro di un mostruoso super computer). Adesso sì che ci siamo. Quasi. Anzi no, perché la sequenza continuerà all’infinito (fa parte del pacchetto “irrazionalità”) e non avremo (intendo: la razza umana) mai il piacere di chiamare π con nient’altro che un’abbreviazione del suo vero nome.

Tornando alla realtà, pare anche che “Mr. President” Obama abbia recentemente (12 marzo 2009) proclamato il Pi Day Festa Nazionale, per “incoraggiare i giovani verso lo studio della matematica” (fonte).

Come non ricordare infine che proprio il 14 marzo del 1879 nasceva ad Ulm un tale signor Albert Einstein: Dio non gioca a dadi, magari solo un pochino con i numeri, ogni tanto.

Giorno del pi greco – Wikipedia

Prima domenica di maggio: Giornata mondiale della risata

World Laughter Day – 2011

Questo gran para…guru del Dr. Madan Kataria sostiene (e come dargli torto!) che “Ridere è una potente emozione positiva che crea un’aura positiva attorno agli individui. Quando un gruppo di individui ride insieme, crea un’aura collettiva. Le onde elettromagnetiche create da un gruppo che pratica la risata ogni giorno, si estenderanno su quell’area come una pellicola protettiva […]” (fonte: Sito italiano ufficiale di Yoga della Risata). Chissà se poi il cellulare ha campo con tutto questo elettromagnetismo:?:

Il dottore si è inventato questa “variazione sul tema” dello yoga, facendo proseliti in tutto il mondo. Dappertutto si tengono sedute “terapeutiche” in cui gruppi di persone si sganasciano nella posizione del loto e delle giraffa anchilosata.

Il primo e fondamentale principio da imparare, secondo quanto indicato dal sito ufficiale del Laughter Yoga, è ridere senza “l’ausilio” di barzellette o battute di alcun genere.

Quindi sotto a fare yoga sghignazzando senza motivo: fa un gran bene! Sempre che non vi vengano a trovare dei signori vestiti di bianco, che vi vogliono per forza far mettere una camicia…

Giornata Mondiale della Risata – Wikipedia

25 maggio: “Towel day” (Giorno dell’asciugamano)

Towel Day - Non fatevi prendere dal Panico

Towel Day

Lungi dall’essere una celebrazione della biancheria, il “Towel Day” ricorda la “trilogia in cinque libri” della Guida Galattica per Autostoppisti del geniale Douglas Adams, scomparso troppo presto.

Il sito ufficiale detta la semplice regola per onorare la ricorrenza: “Porta con te il tuo asciugamano per tutto il giorno, ovunque vai.” I fan più accaniti ovviamente rispettano strettamente la tradizione.

Chi ha letto i libri in questione già sa che l’asciugamano è l’oggetto più importante da avere con sé in qualunque posto dell’universo ci si trovi. Chi non li ha letti corra ADESSO a farlo (almeno il primo) o perisca divorato dalla vorace Bestia Bugblatta di Traal!

Dedicare una ricorrenza ad un libro ed al suo autore è un segno fortissimo di quanto la storia raccontata sia stata affascinante: non a caso la Rete è piena di riferimenti più o meno nascosti ai “capisaldi” delle storie di Adams. L’asciugamano appunto, la razza aliena dei Vogon, il protagonista Arthur Dent, la Guida (alla cui impostazione pare sia ispirata la stessa Wikipedia), e soprattutto il numero 42: la risposta a “la vita, l’universo e tutto il resto” (provate a cercare “answer to life the universe and everything” su google.com ed a cliccare su “I’m feeling lucky”).

Per concludere, mi fa piacere avere l’occasione di suggerire una conferenza (anche se non strettamente in tema), probabilmente l’ultima tenuta da Adams, intitolata “Parrots, the universe and everything” (in inglese, durata 1h30m circa, ma ne vale la pena), disponibile su TED.com e YouTube: una ulteriore dimostrazione del genio umoristico di questo autore.

Towel Day – Wikipedia

Ultimo venerdì di luglio: Giornata dell’apprezzamento del “system administrator”

“Oh no! Avete dimenticato la mia festa!”

Chi è il “system administrator” (sysadmin, per gli amici)?

Se siete in un ufficio abbastanza grande, c’è probabilmente una persona il cui unico compito è quello di mantenere funzionante la rete di computer, consentendovi di navigare senza problemi sul vostro social network preferito.

Questa persona (o queste persone, dipende dalla grandezza del sistema da amministratore) vivono solitamente in antri bui e freddi, denominati “sala server” o “sala macchine”, e raramente hanno rapporti sociali con le persone di cui si curano, genericamente indicate come “utenti”. Ma non fatevi ingannare: un bravo sysadmin conoscerà a memoria il nome del vostro computer, il suo indirizzo IP, la quantità di dati che avete salvato sulle unità di rete e tutte le possibili soluzioni ai vostri piccoli problemi informatici. Compreso ciò che non è ancora successo o ciò che non dovrebbe mai succedere.

Nel giorno a loro dedicato andate in sala macchine (se sapete dov’è, ma in genere basta scendere nello scantinato più profondo del vostro luogo di lavoro) e dite loro che (più o meno) ne apprezzate il lavoro e l’impegno. Non vi lanciate in manifestazioni fisiche di affetto: l’accenno di un abbraccio potrebbe spaventarli e farli inciampare nei cavi di rete causando la distruzione di tutto il loro prezioso regno …ehm… hardware.

Come dite? Siete voi stessi sysadmin? Allora: Auguri! Serie TV consigliata, per sysadmin e utenti: “The IT crowd” (meglio se vista in lingua originale, il doppiaggio rende male gli accenti e le battute).

System Administrator Appreciation Day – Wikipedia

19 settembre: Giornata “Parla Come Un Pirata” (Talk like a pirate)

I fondatori: Cap’n Slappy e Ol’ Chumbucket

Corpo di mille balene! In un panorama così variegato non può mancare la festa “Parla Come Un Pirata” da celebrare tutta “all’arrembaggio”.

È d’obbligo quindi chiamare gli amici della filibusta e sfoderare tutto il gergo piratesco che conoscete. Se non siete pratici della lingua, i signori qui a fianco (inventori della festa) vi insegnano le basi per entrare a far parte degnamente della ciurma. Ahoy! C’è persino il videocorso! Avete mai sentito un pirata che chiede: “Mi scusi, gentile donzella, potrebbe farmi l’onore della sua compagnia?” oppure “Cosa prevede il menu del locale stasera?”. No! Se avete dato un’occhiata al “corso base di gergo pirata” sapete che il vero bucaniere non va mai per il sottile!

Tra le altre attrazioni da bettola che trovate sulla pagina IntARRRRnet (Aye! Sono un pirata!😉 ) da non perdere sono senz’altro i generatori di nomi pirateschi con cui liberare il terrore dei sette mari che c’è in ognuno di noi!

Salpate le ancore, topi di stiva! Andiamo ad abbordare qualche galeone! ARRRRRR!

Talk Like a Pirate Day – Wikipedia

23 ottobre: Giorno della mole

Giorno della Mole 2011

Anche qui c’è lo zampino di qualche scienziato mattacchione. Questo giorno di festa si ispira infatti al “numero di AvogadroNA ovvero il numero di atomi presenti in una mole (1 mol) di una sostanza. L’illustrissimo dottor Avogadro ha contato fino a 6,022 · 1023, ragion per cui i festeggiamenti partono alle 6:02 di mattina e finiscono alle 6:02 di sera del 23 ottobre appunto (10/23, sempre con la convenzione di data anglosassone).

Il sito moleday (dalla grafica decisamente “old”, più o meno dei tempi in cui ci si connetteva con i modem analogici) contiene molte informazioni sulla (breve) storia di questa ricorrenza e soprattutto sulla storia di Amedeo Avogadro e degli esperimenti che hanno portato alla determinazione, con precisione crescente, del numero che oggi porta il nome dello studioso. Questa ricorrenza è sicuramente da citare per l’orgoglio patriottico di avere un connazionale che ha un ruolo tanto importante nella chimica.

Se, visitando il sito citato, vi imbattete a ripetizione in simpatiche talpe, sappiate che non avete sbagliato pagina. I simpatici festaioli infatti hanno fatto loro un esilarante gioco di parole (fortunatamente non ripetibile in italiano) per cui la “mole” chimica diventa the “mole”, cioè appunto la talpa. Basta vedere il logo del Mole Day 2011…

Se non vi fosse ancora bastata una tale dose (o magari una tale mole!) di umorismo chimico, vi consiglio di visitare la pagina dei “mole jokes“, da cui traggo solo una battuta che rende bene anche tradotta dall’inglese:

D: Qual è il genere musicale preferito da Avogadro?
R: Rock ‘N’ Mole

Giorno della mole – Wikipedia

13 novembre: Giornata mondiale della gentilezza

Logo WKM

In mezzo a tutte queste ricorrenza un po’ goliardiche fa bene segnalare brevemente anche qualcosa di diverso e più “umano”: la giornata dedicata alla gentilezza.

Come si può leggere nel sito ufficiale, l’idea nasce a Tokyo nel 1997 come World Kindness Movement (WKM) per “ispirare le persone alla gentilezza e creare un mondo più gentile”.

Regalate biscotti, palloncini e lecca-lecca ai bambini, tagliate l’erba del prato del vicino, fate visita ad una persona costretta a casa: tanti piccoli gesti per rendere il mondo un posto migliore (lista completa dei suggerimenti qui).

Il WKM è anche legato all’iniziativa dei “Random Acts of Kindness“, il cui sito straborda in maniera stucchevole di immagini di persone gentili e sorridenti.😈

Prego, andate avanti a leggere. Volete un tè per confortarvi? Posso nel frattempo mettere su un po’ di musica rilassante? Biscottini?

World Kindness Day – Wikipedia


Concludo la rassegna citando rapidamente alcune altre ricorrenze assortite:

  • 16 gennaio: Giornata nazionale del Niente. Non si festeggia nulla e lo si fa stando a casa a far niente. Se è così, io festeggio quasi tutto l’anno… (fonte: National Nothing Day – Wikipedia)
  • 5 aprile: Giornata del primo contatto (Star Trek). Per “trekkies” sfegatati, si festeggia il giorno in cui i vulcaniani contattano i terrestri subito dopo il loro primo volo a velocità “warp”. Io l’ho segnato sul calendario! “Lunga vita e prosperità” (fonte: Startrek.com).
  • 26 aprile: Giornata Nazionale dell’aeroplanino di carta. Fate gare di distanza e durata del volo con i vostri amici per celebrare degnamente l’evento. Solo per chi è rimasto bambino dentro. (fonti: National Paper Airplane Day – Wikipedia / Pagina Facebook).
  • 4 – 25 maggio: Star Wars day. Per par condicio verso i fan di quest’altra famosissima saga fantascientifica, non possono mancare le celebrazioni legate a Luke Skywalker, papà Anakin / Darth Vader e compagnia. Il 4 maggio è l’effettivo “Star Wars day” poiché in inglese la data è “May the fourth”, in assonanza con la celebre frase “May the Force be with you” (“Che la Forza sia con te!”), mentre il 25 ricorre l’anniversario dell’uscita al cinema (1977) del primo film della serie (divenuto adesso il quarto, IV: Una nuova speranza). “Una torta comprato io ho, mangiare insieme dobbiamo”, dice il maestro Yoda. (fonte: Star Wars Day – Wikipedia)
  • 22 settembre: Giorno dell’hobbit e Settimana tolkieniana. Altra ricorrenza per amanti di genere, in questo giorno si festeggiano nientemeno che i compleanni di Frodo e Bilbo Baggins. Tutta la settimana entro cui cade il giorno dell’hobbit è dedicata ai libri di Tolkien, con letture ed esposizione, nelle librerie e biblioteche, delle sue opere (fonte: Hobbit Day – Wikipedia / American Tolkien Society).

Di feste, ricorrenze, giornate celebrative e anniversari ce ne sono ancora decine e decine, che vi risparmio: motivo per cui potrei istituire oggi la Giornata Nazionale del “Grazie, basta così per carità!”.😀

Se poi volete davvero ricoprire il calendario di crocette, eccovi le principali pagine consultate, da cui sono partito per le ricerche:

Portale:Festività – Wikipedia / Categoria:Festività internazionali – Wikipedia

Wikipedia – Category: Unofficial observances / Wikipedia: List of fictional holidays

Insomma, per queste feste avete una bella sfilza di link che vi daranno da leggere perlomeno fino alla “Giornata della celebrazione della fine della rivoluzione della Terra intorno al Sole”. Sì, insomma, il 31 dicembre, l’ultimo dell’anno!

Auguri e, già che ci siamo, Buon Natale!😀

Informazioni su Man from Mars

https://extendedreality.wordpress.com/

  1. Troppo forte, io conoscevo solo il Pi-day, ma credo che ne festeggerò qualche altra! Quella della risata promette bene, anzi, ce ne vorrebbe pure più di una! Nel frattempo, aspettiamo Natale e tanti auguri🙂

    Mi piace

    • Non avevo dubbi che tu conoscessi il Pi day! Comunque adesso hai vasta scelta. Già che ci sei, proponi di istituire una Settimana o un Mese della risata: tanto, una festa in più una festa in meno…
      Nel frattempo buon Natale e buon qualunque-altra-cosa-tu-voglia-festeggiare!

      Mi piace

  2. Sorvolo sull’immane lavoro di documentazione svolto per partorire questo post. Mi concentro invece su quella che diverrà, da oggi, la mia festa preferita relegando il mio amato Natale al secondo posto. La mia festa del cuore è senza ombra di dubbio la Giornata dell’apprezzamento per il System Administrator! No, dico io, è una festa geniale! Quei poveri sysadmin rinchiusi nella sala server a cui è quasi precluso il contatto umano mi hanno sempre fatto una tenerezza infinita. Tanto che, incurante della loro comprensibile avversione, amo intrattenermi con loro nel gelo della sala server (perennemente raffreddata da potenti condizionatori per non far surriscaldare server e quant’altro). Ora non mi resta che segnarmi la data sul calendario e cominciare a preparare un degno regalo per festeggiare l’evento!
    E, comunque, anche la Giornata parla come un pirata è degna di tutta la mia stima…

    Mi piace

    • Quando vai dal tuo sysadmin, portagli questa vignetta: http://xkcd.com/705/ Lo farai felice. Sussurragli anche dolcemente “rm -rf /*”: vedrai un lampo di gioia nei suoi occhi.
      P.s.: sì, il lavoro di documentazione è stato lungo. Però a forza di saltellare da una pagina all’altra si impara a leggere e a focalizzare rapidamente le informazioni utili. È un bell’esercizio!🙂

      Mi piace

      • Mmmmhhh… non è che mi fidi tanto… Sei sicuro che non mi tiri un ceffone se gli sussurro “rm -rf /*” (sempre ammesso che riesca a capire come fare a sussurrargli un asterisco, ma questo è un altro discorso…)? No, perché io, nel dubbio, lo farei senz’altro! Mi dà l’idea più di offesa che di complimento😉

        Mi piace

        • Fai così: stampa la vignetta e sotto, come dedica scrivi “Con affetto, nel giorno a te dedicato, gli utenti: rm -rf /*”. Ti assicuro che non è un’offesa: è solo un innocuo comando (solo per Unix/Linux però, ed è così che toccherai le corde più profonde dell’animo del tuo sysadmin) che cancella qualunque file sul disco…😈

          Mi piace

          • Eh eh, sei arrivato tardi😉 Già fatto. Però l’ho scritto (pronunciarlo era troppo…). E’ stato felicissimo, in effetti, e mi ha dato spiegazione approfondita del comando (mi sono intrippata soprattutto col fatto che non ti chiede conferma e ti cancella tutto senza pietà!).

            Mi piace

            • Visto? Un piccolo gesto per rendere così felice una persona. E sotto Natale vale doppio! Se vuoi fartelo proprio amico, fagli una sagace battuta sull’opzione “-r” del comando precedente, che indica la “ricorsività” dell’operazione. Col fare di chi la sa lunga, digli: “Eh, sai come si dice, no? ‘You can’t understand recursion before you understand recursion!’ Vero?”.
              Salutami al tuo sysadmin di fiducia e digli di passare di qui per la sua festa.

              Mi piace

  3. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  4. @Man from Mars: Non ti preoccupare: lo hai già conquistato! Gli avevo già fatto leggere il post sulle fiabe e quello del numero di Erdos. Hai tutta la sua stima😉

    Mi piace

  5. Ralph Magpie

    Sorvolando sul discorso 3 14 come 14 marzo in notazione americana e 22 7 come 22 luglio in notazione europea, ( decidiamoci o l’una o l’altra) ma mi meraviglio di te! Anzi mi sento tradito. Prima del pi greco day c’è il 4 maggio data non da relegare tra “le varie ed eventuali”! Come si fa a non cogliere la sottile ironia di un maestro Yoda che parla in sardo? E poi sai benissimo che ‘o 4 ‘e maggio è anche una data fondamentale a Napoli, oltre alla ricorrenza è un modo di dire per indicare i traslochi.
    Per i sysadmin, lasciateli stare, loro non soffrono, vivono in simbiosi con le macchine, ed inoltre d’estate li invidiavo sempre, quando non era diffusa l’aria condizionata: erano gli unici a vivere al fresco!

    Che delusione… Sono tremendamente depresso per questo colpo inferto alle spalle!

    Mi piace

    • Pi Day: Dipende dove e con che precisione vuoi festeggiarlo. Suvvia, non fare troppo “l’ingegnere”!
      Star Wars Day: è appositamente defilato, insieme al giorno del “primo contatto” ispirato a Star Trek per non generare lotte tra “tifoserie”. Non so se ho fatto bene oppure devo aspettarmi ritorsioni a colpi di spade laser e phaser (non regolati su “stordimento”).

      Mi piace

  6. Pingback: Calendariologia numeristica (abbastanza) asintotica | Extended Reality

Dimmi che ne pensi o fai "Ciao ciao!" con la manina // Share your thoughts or just say "Hello!"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: